Commenti

commenti su viaggionelsilenzio

post: La macina da mulino

L'istituto è il Bearzi, quello di via don Bosco, a Udine. La vittima (presunta, come dicono i giornalisti) è un ragazzo che oggi ha 27 anni ma che all'epoca ne aveva 14. Viveva nella casa-famiglia del Bearzi perchè non riusciva ad andare d'accordo con la madre e il suo compagno. E lì, nella casa-famiglia, ha imparato presto che le brutture della vita ti possono trovare ovunque, anche fra i preti. Lui, il prete, non ha nè un volto nè un nome. Si sa soltanto che è un salesiano e che i carabinieri hanno perquisito i suoi alloggi e hanno controllato il suo computer, alla presenza anche del direttore della struttura, don Dino Marcon, alla ricerca, probabilmente, di prove. Del resto, il racconto della vittima ha trovato riscontro e conferme nel racconto di altri studenti presenti all’istituto ... continua



commenti



# 1    commento di   contemax - utente certificato  lasciato il 8/9/2008 alle 15:18

Come si legge oggi sul Messaggero Veneto i salesiani del Bearzi, per bocca del direttore don Dino Marcon, già hanno scritto la sentenza: l'accusa è infondata. Millantano fantomatici linciaggi e si dichiarano (tutti) esposti ai pericoli causati dal loro essere annunciatori di Dio (come dire che i preti pedofili sono vittime dell'odio anticristiano). Se la prendono col giovane in quanto "problematico" (come se non sapessero che i ragazzi problematici sono, nella realtà, le vittime preferite dei pedofili, appunto perchè non hanno figure di riferimento). L'arcivescovo emerito Alfredo Battisti dice a chiare lettere che il ragazzo "ci calunnia". Io sapevo che la responsabilità penale è personale. Evidentemente il vescovo è a conoscenza di altri preti indagati in materia o si sente in qualche modo tirato in ballo? E in tutto questo il prete salesiano 60enne del Bearzi è ancora protetto da un complice anonimato.
http://laici.forumcommunity.net/


che disgusto infinito queste notizie... e intanto il simpatico silvio (divorziato e con 2 famiglie, ma si sa che x i potenti queste sono piccolezze) si genuflette a ratzinger, e il suo servo che l'accompagna dichiara al tg "auspichiamo la formazione di una nuova generazione di politici credenti". mentre la libertà di insegnamento e lo status dei docenti vengono messi a rischio dalle riforme annunciate dalla gelmini, calano le ore di alcune materie, ma intoccabili sono e saranno i docenti di religione... "dio patria famiglia" è la sinistra triade che molte dittature hanno sostenuto in passato, speriamo non doverla ritrovare.






# 5    commento di   xiaoyu456 - utente certificato  lasciato il 22/1/2011 alle 4:7

Most people say that wearing a Chopard is quite irritating, but this statement does not apply to others. ???





commenta
il tuo nome  
la tua email
un link

commento (non più di 2.000 caratteri) 


non utilizzare codice HTML o JAVASCRIPT all'interno dei commenti